Continua a leggere Continua a leggere

Ci impegniamo,
senza pretendere che gli altri si impegnino...

Continua a leggere
Invia i tuoi contributi alla redazione
Continua
Codice sicurezza
04 Marzo 2014

Antonello Giacomelli sottosegretario con delega alle telecomunicazioni.

Una grande soddisfazione per la nostra associazione.

Argomento: Governo Renzi
Autore: Amici di Adesso
Antonello Giacomelli  sottosegretario con delega alle telecomunicazioni.

Un toscano al posto Catricala'. Su tavolo Rai, frequenze e Poste (di Michele Cassano) (ANSA) - ROMA, 28 FEB - Toscano, con incarichi di peso nel Pd ma a digiuno finora di esperienze di governo nel campo delle tlc. Matteo Renzi sceglie un nome nuovo per il settore come sottosegretario con delega alle Telecomunicazioni e frequenze. Antonello Giacomelli, 52 anni, di Prato, va a ricoprire un ruolo delicato nella compagine di governo. L'indicazione del premier era tra le piu' attese, dopo che il ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, era finita nel mirino del M5S e della minoranza Pd per le accuse di conflitto di interesse legate al suo rapporto con le aziende di famiglia e per la vicinanza a Silvio Berlusconi. Anche per questo, esponenti del Pd e associazioni avevano invitato Renzi ad evitare la conferma di Antonio Catricala' nell'incarico che raccoglie le competenze sul settore televisivo, particolarmente caro al Cavaliere. "E' un onore e un grande impegno la cui responsabilita' e' tutta di Matteo Renzi - ha commentato Giacomelli -. Mi ha parlato di questa sua idea martedi', in aula durante il dibattito sulla fiducia e io ho dato la mia disponibilita' a patto che lui garantisse una particolare attenzione verso un settore cosi' strategico". Giacomelli, che e' anche giornalista, non ha solo la regione di nascita in comune con Renzi, ma anche un'esperienza nell'amministrazione locale da vicesindaco di Prato. E' stato direttore dell'emittente tv Canale 10 e presidente del teatro Metastasio, oltre che direttore dell'associazione di cultura e politica "Adesso". Dal 1995 al 2004 ha collaborato, in diversi ruoli, con il gruppo Cecchi Gori. Sposato, tre figli, ha iniziato la carriera politica nella Margherita, diventandone coordinatore regionale nel 2004. Ha quindi preso parte alla nascita del Pd, come membro dell'esecutivo nazionale, capo della segreteria politica di Dario Franceschini e componente del coordinamento che ha guidato la fase costituente del partito. In parlamento dal 2004, e' vice presidente dei deputati del Pd. Diversi i dossier che trovera' sul tavolo, a partire dalla conclusione dell'iter del rinnovo del contratto di servizio con la Rai messo a punto da Catricala' e ora al vaglio della Commissione di Vigilanza, chiamata a dare il suo parere. All'orizzonte, nel 2016, la scadenza della concessione di servizio pubblico, quando saranno ridefiniti i contorni d'azione della Rai e si potrebbero affrontare, come ventilato dal predecessore di Giacomelli, anche ipotesi di privatizzazione. Da gestire anche l'asta delle frequenze televisive, appena bandita dal ministero, con forti dubbi di riuscita dopo l'esclusione dei big del settore dalla contesa. La riallocazione delle frequenze, per far spazio alla banda larga mobile, sara' poi al centro della conferenza delle radiocomunicazioni a Ginevra nel 2015. Altro tema caldo la firma del contratto di programma con le Poste per il servizio universale, passaggio fondamentale nel processo di privatizzazione avviato dal governo Letta, ma anche il lavoro necessario per raggiungere gli obiettivi dell'Agenda digitale. L'esecutivo precedente aveva affidato questo compito al Commissario Francesco Caio, che e' pero' in uscita, e sul campo e' attiva anche l'Agenzia per l'Italia digitale. Bisognera' vedere come il governo Renzi intendera' organizzarsi e quale strada verra' presa per la realizzazione della rete a banda ultralarga: il ministero dello Sviluppo ha infatti specifiche competenze in materia di reti e frequenze e quindi anche tutto il dossier relativo alla rete Telecom passa dal tavolo del ministro Guidi e del sottosegretario Giacomelli.(ANSA).

Powered by Adon