Continua a leggere Continua a leggere

Ci impegniamo,
senza pretendere che gli altri si impegnino...

Continua a leggere
Invia i tuoi contributi alla redazione
Continua
Codice sicurezza

Scuola 2.0 - comunicato

Parlano di noi




Agipress - Si è concluso “Scuola 2.0”, il convegno organizzato
dall’Associazione di Cultura e Politica “Adesso” presso l'SMS di Rifredi per
fare il punto sulla multimedialità a scuola, sul personale docente, le
strutture, gli strumenti, i libri di testo in formato misto o scaricabile.

All'incontro, che ha visto la sala gremita di gente, sono intervenuti
deputati, assessori, amministratori locali, rappresentanti degli editori,
docenti, studenti, genitori e il Capo Dipartimento del MIUR. Hanno inoltre
partecipato un gruppo di studenti e un rappresentante dell'Associazione
Italiana Editori del settore 'scolastica'.

Dopo il saluto iniziale di Alessio Beltrame dell’Associazione ADESSO, la
deputata Pd Rosa De Pasquale, membro della commissione Istruzione della
Camera e ideatrice dell'iniziativa, ha introdotto i diversi interventi, tra
cui quello di Oreste Giurlani, Presidente di UNCEM Toscana, Sindaco di
Fabbriche di Vallico e Coordinatore di RTRT, che ha portato l’esempio delle
tante didattiche di eccellenza già messe in atto nelle classi delle scuole
dei territori montani della Toscana.

Nel convegno è stato fatto il punto sulla situazione sulle criticità e sulle
opportunità della multimedialità nei nostri istituti scolastici, per capire
se la scuola e la società sono pronte al cambiamento, se il personale
docente è preparato per lezioni multimediali e l'arrivo di e-book e libri di
testo in formato misto o scaricabile, e se al tempo stesso gli editori si
siano già attrezzati.

“Per offrire un futuro alle nuove generazioni – ha detto Oreste Giurlani –
anche in un momento difficile come questo, bisogna fare in modo di
considerare la scuola come una priorità su cui investire. Non è infatti
possibile che a causa dei continui tagli del governo le scuole di montagna
vivano costantemente in una situazione di incertezza e di precarietà, con il
rischio di una imminente chiusura. Questo non consente di programmare e di
fare investimenti sul personale, sugli studenti, sulle attrezzature con le
quali dotare le classi. Con Errequadro e Senza Zaino UNCEM Toscana sta già
sperimentando da tempo l’applicazione delle nuove tecnologie nel campo della
formazione e della istruzione: ciò ci ha permesso di offrire nuove
didattiche di eccellenza a chi abita e studia in montagna. Purtroppo quello
che ancora manca è la copertura di connettività su tutto il territorio
montano: occorre prima di tutto portare la banda larga anche nelle zone
marginali della nostra regione, è importante che gli strumenti di partenza
necessari siano uguali per tutti, altrimenti è impossibile parlare di
innovazione e digitalizzazione”.

“La scuola – ha detto la deputata Pd Rosa De Pasquale, membro della
commissione Istruzione della Camera – è un bene comune che deve essere
garantito a tutti ed offrire gli stessi strumenti ed opportunità senza
discriminazioni. Bisogna investire sulle nuove tecnologie e sugli strumenti
multimediali, dato che possono essere una risorsa preziosa per migliorare la
didattica e l’esperienza formativa degli studenti, accompagnandoli in tutto
il loro ciclo di studi”.

Powered by Adon