Continua a leggere Continua a leggere

Ci impegniamo,
senza pretendere che gli altri si impegnino...

Continua a leggere
Invia i tuoi contributi alla redazione
Continua
Codice sicurezza

Palazzo Vecchio - Convegno sugli Istituti Comprensivi.

Con De Pasquale, Targetti, Di Fede, Di Giorgi e Giuliani.



 

 

 

Comunicato Stampa


SCUOLA

Domani a Palazzo Vecchio convegno sugli Istituti Comprensivi

Con De Pasquale, Targetti, Di Fede, Di Giorgi e Giuliani


Firenze, 17 novembre 2011

Uno sguardo e un'analisi sul sistema scolastico partendo dall'ottica del funzionamento e dell'esperienza degli Istituti comprensivi, cioè l'accorpamento, previsto dalla normativa a partire dalla metà degli anni ‘90, tra scuole materna, elementare e media ma anche di indirizzi anche molto diversi tra loro, come, ad esempio, licei e istituti tecnici. È di questo che si parlerà all'incontro dal titolo "ISTITUTI COMPRENSIVI, Le ragioni (e le condizioni) di una scelta forte capace di aprirci alla prospettiva pur nell'attuale emergenza" organizzato per domani venerdì 18 novembre alle 15,30 nella Sala delle Miniature di Palazzo Vecchio dall'associazione ADESSO, associazione di cultura politica dei cattolici democratici diretta dal deputato PD Antonello Giacomelli, a cui interverranno gli assessori all'istruzione di comune, provincia e regione Rosa Maria Di Giorgi, Giovanni Di Fede e Stella Targetti, Vicepresidente della Regione Toscana. Ad aprire i lavori la consigliera comunale PD di Firenze Maria Federica Giuliani, e a fare le conclusioni la deputata del Partito Democratico Rosa De Pasquale, membro della Commissione Istruzione Camera dei Deputati, ideatrice dell'iniziativa.

Prenderanno la parola sull'argomento dirigenti scolastici e tecnici del settore, come Giancarlo Cerini, Cesare Marrani, Giuseppe Desideri, Mario Battistini, per spiegare le ragioni che furono alla base di questa scelta nel sistema scolastico e fare un bilancio dell'esperienza di quest'istituto tra ambizione pedagogica e necessità economiche.
Prevista la partecipazione di esponenti dei sindacati, insegnanti e dirigenti scolastici che porteranno al confronto di tutti la propria testimonianza e le proprie proposte per una valutazione di quella che vent'anni fa era nata come una sperimentazione, con la nota ‘Legge per la montagna', e che adesso vede essere applicata nella scuola di base sul 30% del totale dei istituti scolastici. In fasi di grandi cambiamenti e riforme del mondo della scuola, di aumento di alunni per definire le autonomie scolastiche e di esautorazione delle competenze degli Enti Locali, con questo Convegno si intende ricordare il vero, costruttivo, lungimirante ed innovativo senso di questi Istituti e della scelta politica che li ha pensati e voluti far nascere.

 

Powered by Adon